📁
Russia Portale sulla Russia, con informazioni sul consolato italiano a San Pietroburgo e ambasciata italiana a MoscaRussia
Prontuario

Cittadinanza Italiana

Ottenere la cittadinanza Italiana

Qualsiasi figlio nato da un genitore di nazionalità italiana è automaticamente italiano, come d’altronde un bambino nato in Italia da genitori sconosciuti o apolidi, o se il bambino non ottiene la cittadinanza dai suoi genitori sotto la legge del loro Paese.

Uno straniero sposato con un cittadino italiano può richiedere la cittadinanza italiana sei mesi dopo il matrimonio se vive in Italia, o tre anni se vive all’estero.

Un residente straniero che non è sposato con un Italiano può fare domanda per la cittadinanza dopo aver risieduto nel Paese almeno dieci anni o dopo quattro, se è un cittadino dell'Unione Europea, e cinque anni se si tratta di un apolide in Italia e degli stranieri che servono lo stato italiano.

Uno straniero con un genitore o un nonno che alla nascita risultava un cittadino italiano, è automaticamente qualificato per la cittadinanza dopo aver vissuto in Italia per due anni dopo il loro 18 compleanno o, se nato in Italia, prima del raggiungimento di questa età. Un bambino nato ai genitori stranieri in Italia non acquisisce automaticamente la cittadinanza italiana, ma ha il diritto di richiederla prima di compiere 18 anni. Non è più necessario dover scegliere tra la nazionalità dei genitori e quella italiana, dato che l’Italia adesso riconosce la doppia cittadinanza.

Per ottenere la cittadinanza italiana, dovrete fare la domanda al Ministro dell'Interno attraverso il comune in cui avete la residenza o attraverso un consolato italiano all'estero. Deve essere pagata una tassa di concessione e la procedura termina col giuramento di lealtà da parte del candidato verso la costituzione e le leggi italiane.

Come con la maggior parte delle cose che hanno a che fare con la burocrazia italiana, il processo di richiesta e di ottenimento della cittadinanza italiana è un affare lungo che potrebbe richiedere diversi anni. I documenti richiesti variano a seconda della vostra situazione e a seconda della nazionalità (risulta più facile per coloro sposati con gli italiani) – possono essere richiesti fino a 12 documenti , molti di cui devono essere fatti su carta ufficiale (il bollo), tradotti da un traduttore ufficiale, autenticati o legalizzati. Un elenco dei documenti necessari è disponibile presso la prefettura. Dopo aver fatto la domanda, le autorità hanno 18 mesi per prendere una decisione.

Come menzionato sopra, l'Italia ammette la doppia cittadinanza, sebbene nessuno di coloro che la possiede può arrivare o lasciare il paese senza un passaporto o un documento d’identità italiano valido.

Argomenti nella stessa categoria