📁
Russia Portale sulla Russia, con informazioni sul consolato italiano a San Pietroburgo e ambasciata italiana a MoscaRussia
Personaggi

Aleksandr Kerenskij

Alexander Kerensky
Alexander Kerensky

Entra nel governo provvisorio del principe come ministro della giustizia allo scoppio della e in seguito all’abdicazione dello zar Nicola II. Al culmine del primo conflitto mondiale è ministro della guerra e della marina. Nel luglio del 1917 scatena l’ultima offensiva russa in Galizia con a capo il comandante supremo Brusilov, ma fallisce in seguito a un contrattacco tedesco e al rifiuto delle riserve di portarsi in linea. A causa dei disordini provocati da questa sconfitta Kerenskij succede al principe L’vov come capo del governo provvisorio. La pressione dei bolscevichi lo spinge quindi ad appoggiarsi ai controrivoluzionari dell’esercito e a nominare il generale Kornilov come comandante in capo delle truppe. Nel settembre del 1917 si trova tuttavia costretto a riavvicinarsi ai bolscevichi per impedire il colpo di stato architettato dallo stesso Kornilov. Tenta di convocare un’assemblea costituente per frenare il movimento bolscevico, ma viene preceduto da Lenin e dall’insurrezione bolscevica dell’ottobre del 1917. Fallito a Gatcina l’ultimo tentativo di recuperare la città con l’armata del generale Krasnov, non gli resta che la fuga (novembre 1917). Si ritira negli Stati Uniti dove svolge attività contro il regime sovietico.

Argomenti nella stessa categoria