📁
Russia Portale sulla Russia, con informazioni sul consolato italiano a San Pietroburgo e ambasciata italiana a MoscaRussia
Adempimenti formali

I trattati in vigore contro le doppie imposizioni

La Russia può vantare una fitta rette di convenzioni internazionali contro le doppie imposizioni sul reddito, per la maggior parte stipulate dall’ex Unione sovietica e mantenute dalla Federazione Russa. Alcune di queste, ad oggi, non sono di fatto applicabili, in quanto solo firmate dai due Stati, ma non ancora entrate in vigore per la mancanza degli strumenti di ratifica, come emerge dalla tabella che segue, in cui vengono riportati i trattati sinora stipulati, con l’indicazione di quelli entrati in vigore o firmati nel corso del 2004:

Albania

Finlandia

Lussemburgo

Romania

Argentina (*)

Francia

Macedonia

Singapore

Armenia

Georgia (*)

Malesia

Siria (in vigore dal 01/01/2004)

Australia (in vigore dal 01/01/2004)

Germania

Mali

Slovenia

Austria

Giappone

Malta (*)

Spagna

Azerbaijan

Grecia (*)

Marocco

Sri Lanka

Belgio

Mauritius (*)

Stati Uniti d’America

Bielorussia

India

Messico (*) (firmato il 07/06/2004)

Sud Africa

Bulgaria

Indonesia

Moldavia

Svezia

Canada

Iran

Mongolia

Svizzera

Cina

Irlanda

Namibia

Tailandia (*)

Cipro

Islanda (in vigore dal 01/01/2004)

Norvegia

Tajikistan (in vigore dal 01/01/04)

Corea

Israele

Nuova Zelanda (in vigore dal 01/01/04)

Turchia

Corea (Repubblica pop.)

Italia

Olanda

Turkmenistan

Croazia

Iugoslavia (Federazione)

Oman (*)

Ucraina

Cuba (*)

Kazakistan

Polonia

Ungheria

Danimarca

Kirghisistan

Portogallo

Uzbekistan

Egitto

Kuwait (in vigore dal 01/01/2004)

Qatar

Venezuela (*) (firmato il 22/12/2003)

Estonia (*)

Laos (*)

Regno Unito

Vietnam

Etiopia (*)

Libano

Repubblica Ceca

Filippine

Lituania (*)

Repubblica Slovacca

(*) firmati ma non ancora in vigore

Si rileva, infine, che, qualora un trattato internazionale contenga disposizioni più favorevoli rispetto a quelle stabilite dall'ordinamento interno russo (ad esempio, ritenute ridotte sull’imposizione di determinate tipologie reddituali), per specifica disposizione del Codice tributario (art. 7 CT), il trattato dovrà prevalere sulla norma interna.

Argomenti nella stessa categoria