📁
Russia Portale sulla Russia, con informazioni sul consolato italiano a San Pietroburgo e ambasciata italiana a MoscaRussia
Il mercato dei capitali

Corporate bonds

Sebbene caratterizzato da un trend di sviluppo piuttosto lento, il mercato dei corporate bonds in Russia ha recentemente mostrato segni di dinamismo, riconducibili in modo particolare alle emissioni delle più importanti società. Data la riluttanza degli azionisti di controllo a veder diluita la propria quota mediante emissioni azionarie, il mercato dei corporate bonds costituisce un importante canale per la raccolta di risorse. Notevoli sforzi, inoltre, sono stati effettuati per intercettare flussi di risorse provenienti dai buoni del tesoro a breve termine (GKOs) ristrutturati e posseduti da investitori esteri. I mercati secondari dei corporate bonds sono MICEX e RTS.


Lo sviluppo di un mercato obbligazionario solido ed efficiente presuppone, tuttavia, un insieme di condizioni favorevoli, tanto a livello di mercato quanto a livello istituzionale, che in Russia sono ancora in stato embrionale: non vi è tuttora un'adeguata offerta di emissioni ad alta qualità, sia per quanto riguarda il rating dell’emissione, sia con riferimento al rating dell’emittente; la stessa domanda degli investitori istituzionali non è ancora sufficiente ai fini di un ampio sviluppo del mercato; gli stessi standard di trasparenza e disclosure solamente di recente sono stati adeguati dalla legislazione a quelli prevalenti in ambito internazionale.

Dal lato delle emissioni societarie è dato registrare un’ interessante vivacità delle emissioni di pagherò cambiari, soprattutto in relazione allo scarso sviluppo di istituzioni e strumenti nel sistema finanziario in generale (in modo particolare, l’assenza nell’industria bancaria di un’ampia gamma di prodotti di impiego di uso comune nei mercati maggiormente sviluppati).

Va poi considerato che, in una condizione di insoddisfacenti strumenti di misurazione del rischio nell’industria bancaria, l'utilizzo di pagherò cambiari si è rivelato importante per il soddisfacimento di molte esigenze di credito in parecchie circostanze. I pagherò cambiari sono disciplinati da una legge federale del 1997 e negoziati su un mercato informale su impulso di una vasta platea di piccole imprese di brokeraggio. Sebbene non siano disponibili dati puntuali, è stato stimato che il turnover giornaliero su tali strumenti sia diverse volte maggiore di quello registrato sui mercati azionari.

Argomenti nella stessa categoria