📁
Russia Portale sulla Russia, con informazioni sul consolato italiano a San Pietroburgo e ambasciata italiana a MoscaRussia
Diritti proprietà industriale > Marchi

Il marchio collettivo

Ai sensi dell’art. 20 Legge Marchi, le associazioni ed i gruppi di persone, le cui attività non siano in contrasto con la legge, possono registrare un marchio collettivo che abbia lo scopo di designare i prodotti manufatti o venduti da tale associazione o gruppo di persone, che abbiano un uniforme livello qualitativo e caratteristiche comuni.

Il marchio collettivo e il diritto di utilizzo di tale marchio non possono essere ceduti o trasferiti.

Per ottenere la registrazione di un marchio collettivo, oltre alla documentazione e alle informazioni necessarie per gli altri tipi di marchi, è necessario depositare lo “statuto del marchio”. Tale documento deve contenere il nome dell’associazione o del gruppo di persone che ne è titolare, la lista di persone titolari, lo scopo della registrazione, le caratteristiche e le qualità uniformi dei prodotti contrassegnati dal marchio, le condizioni di utilizzo, la procedura di controllo di tale utilizzo, le responsabilità per le eventuali violazioni dello statuto del marchio collettivo.

Nel caso in cui il marchio collettivo sia utilizzato per prodotti non uniformi ai prodotti per i quali è stata richiesta la protezione, il tribunale ha facoltà di revocare in tutto o in parte la protezione accordata al marchio collettivo.

La domanda e la registrazione di un marchio collettivo possono essere trasformate in domande o registrazioni relative a marchi ordinari.

Argomenti nella stessa categoria